AIUTARE TUBIGA CONVIENE!
Agevolazioni Fiscali per chi sostiene le Onlus



Per i contributi e le erogazioni liberali “effettuate senza alcuna controprestazione” devoluti spontaneamente a favore delle iniziative della Onlus sono riconosciute una serie di agevolazioni fiscali.
Le agevolazioni fiscali previste per chi effettua erogazioni liberali a favore delle ONLUS, si distinguono a seconda di chi le ha effettuate (persona fisica o impresa) e in base alla natura della donazione che può riguardare denaro, beni o costi di personale per servizi.
I contribuenti, sia persone fisiche, sia enti soggetti all'imposta sul reddito delle società, che intendano effettuare erogazioni liberali nei confronti delle ONLUS potranno scegliere alternativamente tra le agevolazioni.

Agevolazioni sulle erogazioni liberali delle persone fisiche
Si tratta di persone fisiche, imprenditori individuali, lavoratori autonomi e soci delle società di persone (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e società di fatto ad esse).

Essi possono optare alternativamente tra:
• la deducibilità, per le liberalità in denaro o in natura, nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato, e comunque nella misura massima di 70.000 € annui (art. 14 comma 1 D.L. n. 35/2005 e successive modificazioni (L. 80/2005).
• la detrazione dall’Irpef del 26% calcolata sul limite massimo di 30.000 euro (art.15 Tuir).

Agevolazioni sulle erogazioni liberali delle imprese
In questa categoria rientrano le società di capitali o cooperative o consorzi od enti di diverso tipo, pubblico o privato, che abbiano per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciali.

Questi contribuenti possono optare alternativamente tra:
• la deducibilità, per le liberalità in denaro o in natura, nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato, e comunque nella misura massima di 70.000 € annui (art. 14 comma 1 D.L. n. 35/2005 e successive modificazioni (L. 80/2005).
• la deduzione dal reddito imponibile Ires del 2% del reddito d’impresa dichiarato per un importo massimo di 30.000 euro (comma 2 lettera h, art 100 Tuir).

Sono inoltre deducibili dal reddito imponibile Ires le “spese relative all’impiego di lavoratori dipendenti, assunti a tempo indeterminato, utilizzati per prestazioni di servizi erogate a favore di Onlus nel limite del cinque per mille dell’ammontare complessivo delle spese per prestazioni di lavoro dipendente (cioè del costo del lavoro), così come risultano dalla dichiarazione dei redditi”.

Documentazione Utile
La condizione necessaria per accedere all’agevolazione è che il versamento sia eseguito con sistemi tracciabili, ovvero tramite banca o ufficio postale ovvero mediante assegni bancari e circolari.
Per le erogazioni effettuate con carta di credito è sufficiente la tenuta e l’esibizione, in caso di eventuale richiesta dell’amministrazione finanziaria, dell’estratto conto della società che gestisce la carta.
E’ inoltre necessario che nel documento di versamento e nella ricevuta rilasciata dall’Ente Beneficiario sia esplicitamente indicata la causale del versamento.

AIUTARE TUBIGA CONVIENE

  • Agevolazioni Fiscali per chi sostiene le Onlus.
  • Agevolazioni sulle erogazioni liberali delle persone fisiche.
  • Agevolazioni sulle erogazioni liberali delle imprese.